Trattamento del Dolore e Agopuntura


Negli Stati Uniti, dove l’𝐚𝐛𝐮𝐬𝐨 𝐝𝐢 𝐟𝐚𝐫𝐦𝐚𝐜𝐢 𝐨𝐩𝐩𝐢𝐚𝐜𝐞𝐢 (ad esempio la morfina) sta diventando un problema, la comunità scientifica è alla ricerca di alternative valide per gestire il dolore, sia nel malato cronico che nelle situazioni di emergenza (come nei pronto soccorso).


Uno studio del 2016 pubblicato sul prestigioso American Journal of Emergecy Medicine, han paragonato l’azione dell’agopuntura e quella della morfina per via endovenosa. I risultanti sono stati shockanti per la comunità medica. Oltre alla già nota assenza di effetti collaterali dell’agopuntura, ciò che ha stupido è la 𝗺𝗮𝗴𝗴𝗶𝗼𝗿𝗲 𝗿𝗮𝗽𝗶𝗱𝗶𝘁𝗮̀ di questa rispetto alla morfina (16 ± 8 minuti VS 28 ± 14) e la sua 𝗺𝗮𝗴𝗴𝗶𝗼𝗿𝗲 𝗲𝗳𝗳𝗶𝗰𝗮𝗰𝗶𝗮 (92% VS 78%).

Leggi qui lo studio (in inglese):

https://doi.org/10.1016/j.ajem.2016.07.028

Per coloro che conoscono l’agopuntura sia da fruitori che da medici, non è una sorpresa sapere che l’agopuntura ha una grande azione nel controllo del dolore, d’altronde la Terapia del Dolore è stato uno dei primi ambiti in cui si è applicata con grande successo l’agopuntura nel mondo medico occidentale. Tuttavia questo studio mette in evidenza la possibile applicazione di questa arte medica anche in una situazione di emergenza come i Pronto Soccorso e i scenari di Emergenza Territoriale.

I meccanismi dell’agopuntura nel controllo del dolore sono molteplici e complessi, ancora non del tutto compresi ma coinvolgono indubbiamente sia la componente tissutale locale, sia l’aspetto neurologico periferico che una rimodulazione centrale.

La gestione del malato cronico è il pane quotidiano dell’agopuntura, tuttavia la sua azione non si limita ad esso e sempre più ricerche lo stanno testimoniando.

Questi studi sono preliminari, ma sono sicuro che nei prossimi decenni ne sentiremo parlare molto di più e forse, perché no, vedremo usare l’agopuntura non solo nelle sale d’attesa dei Pronto Soccorso, ma anche sulle ambulanze.